Studio d'Arte

LISTINO AGGIUDICAZIONI - ASTA N.4

27 / Giugno / 2016


LISTINO AGGIUDICAZIONI

SCARICA IL LISTINO AGGIUDICAZIONI

SCARICA IL LISTINO AGGIUDICAZIONI

ASTA N.4 – 25/06/2015 – ARTE MODERNA & CONTEMPORANEA – STUDIO D’ARTE BORROMEO

RECORD DI FATTURATO PER LA NOSTRA CASA D’ASTE

RECORD MONDIALE PER UN LAVORO SU CARTA DI GIOSETTA FIORONI

GRANDE INTERESSE PER LAVORI STORICI DI ARTE ANALITICA E POP ART

L’asta n.4 di Arte Moderna & Contemporanea, svoltasi Sabato 25 Giugno 2016, segna un record in termini di aggiudicato complessivo per la nostra casa d’aste, più che raddoppiando i risultati della prima asta tenutasi a Dicembre 2015.

Nel corso della sessione pomeridiana diverse aggiudicazioni ben oltre la base d’asta, con spunti interessanti non solo per una singola corrente o movimento artistico ma in generale per tutte le opere più rare e caratterizzate da un elevato livello qualitativo.

Segnano ottime aggiudicazioni i multipli di Enzo Mari (agg. a 600€ da una base d’asta di 500€), l’estroflessione di Enrico Castellani dell’Achille Mauri Editore (agg. alla base di 1900€) e ancora il multiplo su carta estroflessa di Jan Schoonhoven del 1972 (agg. a 1400€ da una base di 800€).

Interesse di compratori esteri su artisti quali Gioppe Di Bella, i cui lavori vengono entrambi aggiudicati con diversi rilanci rispetto alle basi inziali e Salvatore Emblema, segno che l’arte Italiana, non sono quella da “Italian Sale”, è sempre più al centro della scena internazionale, grazie alla presenza di numerosi artisti ancora da riscoprire e rivalutare pienamente.

Cercando di delineare un piccolo riassunto delle principali aree tematiche del catalogo segnaliamo i buoni risultati riscontrati dagli artisti cinetici e in particolare Ennio Finzi, di cui vengono aggiudicati entrambi i lavori storici, Sara Campesan, con tre opere aggiudicate su quattro e ancora Alberto Biasi con il buon risultato del Politipo Prova/Prot. del 1968 (agg. a 8200 da una base di 6000€) e Hans-Jorg Glattfelder con i rilievi del 1981 (agg. alla base di 5800€).

Benissimo l’arte analitica con la solidità dei risultati di Claudio Olivieri, in lenta ma costante crescita, specie per le opere anni ’70, Enzo Cacciola, Paolo Masi, che con i cartoni degli anni ’70 richiama numerosi contendenti al telefono, e soprattutto per i risultati di Gianfranco Zappettini con l’opera realizzata nel 1975 su quattro tele sovrapposte (agg. a 10500 da una base di 4000€) e Giorgio Griffa, che con la splendida tela del 1970 segna il top lot dell’asta con un risultato di 16000 più diritti, partendo da una base d’asta conservativa di 5000€. Da segnalare anche le sei formelle rosse di Pino Pinelli del 1995 (agg. a 11800 da una base di 7000€).

Notevole interesse, tanto da collezionisti privati quanto da Gallerie italiane e operatori del settore esteri per le opere della Pop Art che vedono ottime aggiudicazioni per tutte le opere di Franco Angeli, tra cui segnaliamo la tela della metà degli anni 70 (agg. a 6500€ da una base di 5500€) e di Giosetta Fioroni, la cui opera “From here to eternity” del 1969 segna un world auction record per un lavoro su carta dell’artista romana (agg. a 12000 da una base di 8000). Aggiudicato alla base di 4000€ anche il lavoro di Tano Festa del 1986.

Ottimi risultati per Giovanni Asdrubali, artista scelto per la copertina del catalogo, di cui vengono aggiudicati tutti e tre i lavori presenti in catalogo. Bene tanto il lavoro recente quanto i due lavori storici (agg. rispettivamente a 3100€ da una base di 2500€ e agg. a 4200€ da una base di 2500€).

La sezione fotografica fa registrare un ottimo consenso per Alberto Garutti, il cui trittico dal titolo “La mia porta”, molto richiesto in esposizione, viene aggiudicato a 3500€ da una base d’asta di 2000€, e per Michele Zaza, le cui opere anni ’70 trovano tutte un compratore.

Molto bene anche la Poesia Visiva, con un interesse visibilmente in crescita per le opere pubblicate e documentate di Stelio Maria Martini, Ugo Carrega e Martino Oberto.

Concludiamo citando le ottimi aggiudicazioni del Landscape del 1957 di Roberto Crippa (agg. a 5400€ da una base di 2900€), della Primavera dei primi anni ’60 di Gianni Dova (agg. a 6000€ da una base di 4500€), della tela “Sulla cima” del 1974 di Enrico Della Torre (agg. a 1400€ da una base di 800€) e ancora i buoni risultati di Giancarlo Cazzaniga, Cesare Peverelli, Ideo Pantaleoni, Robert Zeppel-Sperl e Armodio.

L’appuntamento con le Aste di Studio d’Arte Borromeo è per Sabato 2 Luglio 2016 con una doppia sessione online dedicata a pezzi unici, grafica e multipli d’autore.

Il nostro staff è inoltre sin da ora a disposizione di chi volesse affidare opere d’arte moderna e contemporanea in vista della nostra prossima asta che si terrà nel mese di Ottobre.