BICE LAZZARI – Le linee e gli intrecci

Bice Lazzari - Misure e segni

Note Biografiche

Bice Lazzari nasce nel 1900 a Venezia compiendo inizialmente degli studi al Conservatorio Benedetto Marcello e in seguito il corso di decorazione all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Tra il 1925 ed il 1932 sono le prime esposizioni presso la Fondazione Bevilacqua La Masa.

Durante gli anni ’30  a Venezia inizia un percorso di avanguardia e ricerca razionalista, conosce e frequenta Mario De Luigi e Carlo Scarpa e inizia a sperimentare un linguaggio astratto e geometrico. Nel 1935 si trasferisce a Roma dove lavora per gli architetti Marcello Piacentini ed Ernesto Lapadula, ed in occasione delle grandi mostre del regime espone pitture murali e grandi pannelli decorativi.

Gli anni ’50 sono interamente dedicati alla pittura, Bice Lazzari inizia ad ottenere i primi importanti riconoscimenti, prende parte alle varie rassegne della Quadriennale di Roma, nel 1958 tiene una personale presso la Galleria Del Cavallino di Venezia e nel 1959 presso la Galleria La Salita di Roma.

Tra la fine degli anni ’50 ed i primi anni ’60 si accosta al movimento informale iniziando ad approfondire l’applicazione e l’utilizzo di materiali come tempere, colle, sabbie e acrilici. Nel 1964 abbandona i colori a favore di mezzi più semplici, in questi anni realizza le opere più importanti, fondi monocromi con linee tracciate con grafite.

Nel 1968 ottiene il primo premio per la grafica alla IV Biennale Romana.

Proprio durante gli anni ’60 e gli anni ’70  la ricerca artistica di Bice Lazzari si fa più lirica e rarefatta, caratterizzata da linee e intrecci in sequenze geometriche.

Bice Lazzari - Ritmo, 1967
Credits © Archivio Bice Lazzari

Nel 1964 scrive <<Nei miei quadri amo la luce, lo spazio, lo spazio, il rigore, la struttura, la sintesi […] e un po’ di poesia. […] Un’esigenza di chiarezza mi ha fatto scegliere l’elemento primo: l’asta. Nel susseguirsi del fare questo elemento si è moltiplicato per assumere motivazioni più ricche.>>

Bice Lazzari da “Bice Lazzari – L’emozione astratta” – Renato Miracco

L’opera di Bice Lazzari è stata nel 2018 protagonista a Londra nelle sale espositive di Sotheby’s S|2 con una mostra personale a lei dedicata grazie soprattutto alla collaborazione dell’Archivio Bice Lazzari e sarà prossimamente protagonista al Museo Novecento di Firenze.

INFORMAZIONI UTILI

L’opera di Bice Lazzari è sapientemente catalogata fin dagli anni ’80 dall’Archivio Bice Lazzari.

 

 

Archivio Bice Lazzari

www.archiviobicelazzari.com

info@archiviobicelazzari.com    

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Italian
English Italian